La sedazione cosciente: Cos'è e come funziona? - Studio dentistico Rossini
La sedazione cosciente: Cos'è e come funziona? - Studio dentistico Rossini
16091
single,single-post,postid-16091,single-format-standard,ajax_fade,page_not_loaded,,qode-theme-ver-10.0,wpb-js-composer js-comp-ver-4.11.2.1,vc_responsive

La sedazione cosciente: Cos’è e come funziona?

sedazione-cosciente

La sedazione cosciente: Cos’è e come funziona?

La sedazione cosciente

La tecnica della sedazione cosciente consiste nella somministrazione, in quei paziente che hanno bisogno di calma e tranquillità per “affrontare” il dentista, di protossido di azoto attraverso una mascherina nasale. Questo gas ha il compito di aumentare la soglia del dolore e allo stesso tempo diminuire l’ansia nel paziente.

L’effetto praticamente immediato della sedazione cosciente, aiuta il paziente a raggiungere subito una condizione di rilassamento, riducendo sensibilità e dolore., annullando quindi ansia, paure e un ricordo spiacevole della seduta. Successivamente verrà somministrato al paziente ossigeno allo stato puro, per far sparire completamene l’effetto del protossido, permettendo così alla persona di lasciare lo Studio Dentistico autonomamente.

Sicurezza

Proprio perché è un metodo assolutamente sicuro, negli ultimi anni è sempre più utilizzato dagli operatori e allo stesso tempo preferito dai pazienti. Il gas non è tossico, non può causare allergie e la sua eliminazione dall’organismo avviene attraverso la normale respirazione o agevolata dalla somministrazione di ossigeno puro per qualche minuto.

Per chi è indicata la sedazione cosciente?

Vediamo nel dettaglio per quali pazienti il dentista potrà ricorrere alla sedazione cosciente:

  • Bambini
  • Pazienti odontofobici
  • Pazienti portatori di handicap
  • Pazienti anziani
  • Cardiopatici
  • Diabetici
  • Ipertesi

Al contrario, questa tecnica è sconsigliata per:

  • Donne ai primi tre mesi di gravidanza
  • Pazienti in cura con antidepressivi

I vantaggi

La sedazione cosciente è una tecnica che viene fortemente consigliata in odontoiatria sia per il paziente che può così affrontare la seduta con maggior serenità, sia per il dentista stesso che potrà concentrarsi unicamente sull’intervento e sulla sua buona riuscita, avendo da trattare con un paziente collaborativo e rilassato. Inoltre, per quanto riguarda gli interventi più importanti, i tempi di recupero nei giorni seguenti alla terapia, si riducono e saranno così rapidi e indolore.